Loading…

Etichetă: PIL

business

Accordi commerciali dell’UE – nuove opportunità

Nonostante il difficile clima economico globale le imprese europee hanno continuato a fare buon uso delle opportunità generate dalla rete commerciale dell’Unione europea, che è la più vasta al mondo. Nel 2018 tale rete copriva il 31% degli scambi commerciali dell’Europa e, secondo la relazione annuale della Commissione europea sull’attuazione degli accordi commerciali pubblicata il 14 ottobre, questo dato è destinato ad aumentare in modo significativo (fino a sfiorare il 40%) man mano che entreranno in vigore altri accordi commerciali. Gli scambi rappresentano complessivamente il 35% del prodotto interno lordo (PIL) dell’UE..

Citeste mai mult
business

Previsioni economiche di estate 2019

Secondo il comunicato stampa della Commissione europea, pubblicato il 10 luglio, l’economia europea, prevista in crescita nel 2019 per il settimo anno consecutivo, dovrebbe registrare un’espansione in tutti gli Stati membri. Nel primo trimestre dell’anno la crescita nella zona euro è risultata più forte del previsto grazie a una serie di fattori temporanei, quali le miti condizioni atmosferiche dell’inverno e l’aumento delle vendite di automobili.

Citeste mai mult
fiscality

Politica monetaria

Secondo il rapporto sull’inflazione pubblicato ad agosto, la Banca Nazionale della Romania ha continuato ad adeguare il proprio comportamento di politica monetaria nel secondo trimestre del 2018, rafforzando da metà aprile il controllo sulla liquidità dal sistema bancario e aumentando a maggio il tasso di politica monetaria con altri 0,25 punti percentuali, per mantenerlo invariato a luglio al 2,50 percento.

Citeste mai mult

fiscality

Tasso d’inflazione annuale

Cosa devi sapere?

Il tasso annuo di inflazione ha continuato ad aumentare a marzo 2018, al 4,95 percento, in rialzo rispetto al livello previsto, dal 4,72 percento del mese precedente. Il ritmo è stato determinato principalmente da fattori legati all’offerta, in particolare l’aumento dei prezzi del carburante, e la componente principale dell’inflazione CORE 2 rettificata, il cui tasso annuo ha continuato a salire al 3,0 percento a marzo, dal 2,9 per cento di febbraio.

Citeste mai mult

Scroll Up